Morto dopo la prima dose del vaccino.

0
1334

Covid ad Acerra morto dopo la prima dose di vaccino. Sequestrata la salma di Vincenzo Russo, bidello presso la scuola Viviani di Casalnuovo di Napoli.

E’ morto dopo la prima dose del vaccino AstraZeneca, presso la clinica Villa dei Fiori di Acerra, il bidello 58enne dopo essersi vaccinato alla Mostra d’Oltremare all’apposito centro vaccinale allestito dalla Regione Campania.

Ovviamente non sono chiare le cause della morte, nè se il decesso sia avvenuto a causa della somministrazione della dose di vaccino. Per questo la salma è sotto sequestro e sarà sottoposta ad autopsia ed a tutti gli accertamenti del caso. L’uomo soffriva di disturbi cardiovascolari e da poco, circa un anno, era ricorso alle cure mediche per una trombosi venosa.

morto dopo la prima dose del vaccino

I sanitari della Clinica di Acerra, dove evidentemente l’uomo si era recato a seguito dei malori, che hanno effettuato le prime analisi dichiarano (come riportato dal Mattino) che il paziente prima di morire aveva i globuli bianchi altissimi senza nessuna infezione, dopo di che la situazione è precipitata in brevissimo tempo.

La famiglia di Russo, morto dopo la prima dose del vaccino, ha sporto denuncia affinché si faccia chiarezza sulla vicenda. L’uomo aveva accusato spasmi intestinali e nausea. E proprio in queste ore la Danimarca smette di somministrare il vaccino AstraZeneca perché causerebbe problemi di circolazione del sangue. Alcune persone a cui è stato somministrato tale vaccino secondo fonti Danesi hanno manifestato problemi di circolazione.

AstraZeneca sospeso in alcuni Paesi

La decisione “segue le notizie di gravi casi di coaguli di sangue in persone vaccinate con il vaccino anti Covid-19 di AstraZeneca”. Ha spiegato in un comunicato l’Autorità sanitaria danese, aggiungendo comunque che “al momento non è stato determinato che ci sia un legame tra il vaccino e i coaguli di sangue”.

Domenica scorsa l’ufficio federale austriaco per la sicurezza sanitaria ha reso noto di avere sospeso la somministrazione di un lotto di vaccini AstraZeneca (il numero ABV5300) in seguito al decesso di una donna ed il ricovero di un’altra per un’embolia polmonare dopo la somministrazione di due dosi del vaccino, ancora da accertare le cause del decesso. Altri Paesi, in via precauzionale, hanno sospeso l’uso dei vaccini provenienti dallo stesso lotto. Lotto che conta un milione di dosi ed è stato distribuito in 17 Paesi (Italia esclusa).

Nelle prossime ore, sperando che sia fatta chiarezza sull’accaduto, riporteremo ulteriori aggiornamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here