Il Napoli supera l’esame di spagnolo

0
239

Seconda giornata in Europa League e prima vittoria per gli uomini di Gattuso. Serviva la vittoria e così è stato anche se con qualche difficoltà. A differenza della gara persa con l’AZ (che ha battuto 4 a 1 i croati del Rijeka, prossimi avversari degli azzurri), il Napoli produce poco gioco e concretizza col minimo sforzo grazie ad una rete cercata e trovata da Politano. Il tiro da oltre 25 metri viene deviato quel tanto che serve per ingannare il portiere degli spagnoli e permettere così al Napoli di entrare nella storia, visto che fino a questa partita nessuna squadra italiana aveva mai segnato nell’impianto di San Sebastiàn.

Nei primi 20 minuti di gara si vede il Napoli con due occasioni create da Petagna per Insigne prima e Mario Rui poi ma non ben sfruttate. A metà primo tempo infortunio per il capitano del Napoli, che in una ripartenza veloce a centrocampo si ferma, chiedendo subito il cambio. Si spera in un infortunio non importante come quello di settembre per il numero 24 azzurro, sostituito da Lozano. Da questo momento in poi la Real Sociedad cerca di creare occasioni pericolose, trovando però un Koulibaly, migliore in campo, un muro invalicabile che spezza sul nascere ogni tentativo di attacco.

Nella ripresa entrano Mertens, Di Lorenzo e Osimhen ed il Napoli trova un altro vigore agonistico che porta alla rete del vantaggio con l’ex Inter, Politano. Nel finale c’è un intervento decisivo di Ospina che salva sull’unica vera occasione da rete per gli spagnoli e spazio anche per Fabian Ruiz, prima dell’espulsione oltre il novantesimo per doppia ammonizione dell’attaccante azzurro Osimhen.

Il miglior modo per fare gli auguri di compleanno al “dio del calcio” Diego Armando Maradona, che festeggia i suoi 60 anni con tante dediche e soprattutto col calore dei tifosi di tutto il mondo.

Il Napoli ritrova il “San Paolo” di Fuorigrotta domenica alle 18 per la sesta giornata di campionato: arriva il Sassuolo degli ex De Zerbi e Chiriches, mentre giovedì 5 novembre alle 18.55 si tornerà in campo europeo per affrontare in Croazia il Rijeka.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here